BENVENUTI

Con queste parole, desideriamo darti il più caloroso e sentito benvenuto nel sito della "Chiesa Cristiana Evangelica, Assemblee di Dio in Italia" di SANT'AGATA DI MILITELLO (ME). Possano queste pagine recarti benedizione e consolazione!

Lo scopo principale di questo sito, è quello di invitarti alla riflessione su argomenti importanti quali: la vita eterna e il bisogno che la tua anima ha di Gesù.
Desideriamo, inoltre, essere per te un cartello indicatore che ti indirizzi verso l'unica fonte della vita: Gesù Cristo, il Figlio di Dio. Far parte della nostra comunità, non è frutto di un'adesione ideologica, politica o sociale; ma è conseguenza di un incontro personale con Gesù Cristo, il Signore della gloria.

Siamo diretta emanazione del Risveglio Pentecostale Italiano sorto all'inizio del 1900, come un ritorno alla vita e alla potenza della Chiesa delle Origini descritta nel Nuovo Testamento. L'unico testo, infatti, che riteniamo basilare, l'unica regola di fede e condotta, è la Bibbia, la Parola di Dio.

Infine, nell'augurarti una buona navigazione, ti ricordiamo il duplice scopo di questo sito: glorificare il nome di Dio ed edificare il tuo cuore.

Per lo staff di "LaGraziaPerTe"

Il Pastore


I Samuele 17: Togliti l'armatura, è d'intralcio

"Poi Davide cinse la spada di Saul sopra la sua armatura e cercò di camminare, perché non aveva ancora provato; allora disse a Saul: «Non posso camminare con questa armatura, non ci sono abituato». E se la tolse di dosso." (I Samuele 17:39)

Secondo i costumi e le usanze del tempo, per i soldati era indispensabile indossare un’armatura durante un conflitto corpo a corpo. Dunque, la cosa più giusta che Davide potesse fare, umanamente parlando, era indossare, senza alcuna remora, l’armatura di Saul. Pur tuttavia, quell’armatura, per il giovane figlio d’Isai, risultava essere ingombrante, pesante, di alcuna utilità; era voluminosa, scomoda, di impaccio e d’ostacolo anziché di aiuto. Starci dentro era fastidioso, soffocante, provare a fare dei semplici passi per questo giovane fu un grande imbarazzo. Quest’armatura risultava di impedimento ai semplici movimenti del giovane pastorello di’Israele. Solitamente per la battaglia ci si vestiva di tutto punto, i soldati del tempo della Bibbia indossavano un’armatura importante, ciò nonostante per le battaglie spirituali bisogna invece spogliarsi, togliersi di dosso alcune di quelle cose che potrebbero risultare delle zavorre, degli intoppi, degli ostacoli per la nostra semplice battaglia quotidiana, quella di tutti i giorni. Dobbiamo rimuovere ogni cosa che vuole impedirci di realizzare le gloriose opere di Dio. Il Signore ci aiuti a spogliarci di tutto quello che ci ostacola nel cammino cristiano. Togliamoci…
  1. L’ARMATURA DELLA RELIGIOSITÀ
    L’armatura rivestiva esteriormente il soldato, poteva essere anche un pivello, un dilettante allo sbaraglio, ma con quell’ armatura addosso appariva un soldato addestrato, avrebbe potuto possedere, se non altro, il fascino della divisa. Oggi, molti indossano un’armatura evangelica assai sofisticata, elaborata, appaiono soldati di Cristo nati, pronti a conquistare, se possibile, anche la luna, ma ahimè, la loro è una vita di forma evangelica avendone ormai da tempo rinnegato la potenza divina. Giacomo dice: “Se uno pensa di essere religioso, ma poi non tiene a freno la sua lingua e inganna se stesso, la sua religione è vana. La religione pura e senza macchia davanti a Dio e Padre è questa: soccorrere gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni, e conservarsi puri dal mondo” (Giac.1:26);
  2. L’ARMATURA DI UN CULTO ERMETICO
    L’armatura rinchiudeva il soldato in una specie di galera, di prigione mobile. Questa’armatura era pesante e rendeva il soldato ermeticamente protetto, sigillato, a chiusura stagno, impenetrabile. Alcuni si sono rinchiusi dentro un’armatura cultuale che li rende impenetrabili, insensibili al soffio dello Spirito Santo. Dio ci liberi da culti liturgici e ci dia la grazia di offrirGli dei culti pentecostali, guidati dal Santo Spirito di Dio.
  3. L’ARMATURA DEI MEZZI UMANI
    L’armatura di Saul è figura dei mezzi umani, se Davide l’avesse utilizzata si sarebbe, molto probabilmente, sparsa la voce che ad abbattere il gigante era stata la spada di Saul e a proteggere il giovane pastorello, la sofisticata armatura del re d’Israele. È scritto nella Bibbia: “Io sono il SIGNORE; questo è il mio nome; io non darò la mia gloria a un altro, né la lode che mi spetta agli idoli” (Isaia 42:8). Ancora leggiamo: “Per amor di me stesso, per amor di me stesso io voglio agire; perché infatti dovrei lasciare profanare il mio nome? Io non darò la mia gloria a un altro” (Isaia 48:11). Davide non confidò nell’armatura di Saul, ma nella potenza dell’iddio vivente e vero. Molti evangelici confidano nei carri e nei cavalli dei mezzi umani, “ma noi invocheremo il nome del SIGNORE, del nostro Dio” (Salmo 20:7). È scritto: “Guai a quelli che scendono in Egitto in cerca di soccorso, hanno fiducia nei cavalli, confidano nei carri, perché sono numerosi, e nei cavalieri, perché sono molto potenti, ma non guardano al Santo d'Israele e non cercano il SIGNORE!” (Isaia 31:1).

G. Caltagirone


AVVISO SULLA STRUTTURA DEL SITO

Informiamo la gentile utenza che sono state apportate delle modifiche alla struttura del sito. Alcuni contenuti non saranno più disponibili online in quanto sono state rimosse le relative sezioni.
Grazie per la gentile attenzione, lo staff di LaGraziaPerTe.






05-09-2019

Ascolta le ultime predicazioni inserite.
Vai

11-02-2019

Leggi la Bibbia online.
Vai

05-02-2019

Ascolta Radio Evangelo Voce di Grazia online.
Vai

04-02-2019

Segui il nostro canale YouTube.
Vai

02-02-2019

Puoi leggere la storia della nostra comunità.
Vai

01-02-2019

Leggi la biografia di alcuni servi di Dio del passato.
Vai

01-01-2017

Inserito nuovo video del cantico "Davanti al tron del Padre"
Vai



Articoli Recenti:


Seguici su YouTube


Richiedi gratuitamente una copia del Nuovo Testamento


Assemblee di Dio in Italia       ADI Media       ADI LIS, servizi per non udenti       The Gideons International       Centri Comunitari Evangelici di Culto








"Per alcuni, il cristianesimo è un argomento. Per molti, si tratta di una performance. Per alcuni, è un'esperienza".

Dr. Havner